fedrotriple.it -  il sito dedicato alle motociclette Triumph e a Carlo Talamo

S C R A M B L E R     2 0 0 6 - 2 0 1 5




Con la presentazione della nuova Bonneville al salone Intermot di Colonia nel 2000 si è aperta di fatto la strada per la nascita di una gamma di motociclette conosciute come "Modern Classic": oltre alla versione cafè racer, la Thruxton presentata nel 2004, alle custom e cruiser, America e Speedmaster, l'azienda inglese mette in cantiere la versione a ruote tassellate della neonata bicilindrica: nasce così la Scrambler 900 che verrà commercializzata nel 2006.


2006 Triumph Scrambler
Triumph Scrambler: prima versione a carburatori con motore satinato (2006)


Dal punto di vista storico va ricordato che Triumph ha ottenuto molti successi nelle gare di ISDT (International Six Days Trial, la competizione dedicata al fuoristrada) negli anni '50 e '60. La prima motocicletta progettata appositamente per il fuoristrada fu la mitica Trophy TR5 del '49 che negli anni si evolve fino all'adozione del bicilidrico 650cc con la Trophy TR6 (maggiori informazioni nella pagina dedicata alla Trophy). E proprio alla Trophy TR6 degli anni '60, molto apprezzata negli USA e specialmente in California, si sono ispirati i tecnici di Hinckley per disegnare la nuova Scrambler, una nostalgica "fuoristrada" d'altri tempi dalla grande personalità estetica.


ANTICIPAZIONI e  PRESENTAZIONE

La prima Scrambler "moderna" marchiata Triumph si deve al geniale Carlo Talamo che nel 2002 modifica una Bonneville anticipando così la casa inglese di qualche anno. Nelle pubblicità dell'epoca Carlo scrisse: "Eccovi la nostra piccola Bonneville Retrò Scrambler. Poche cose, in fondo. Un paio di gommone minacciose. Due tubi alti, una segata ai parafanghi ed un piccolo faro che si accompagna al più famoso faro posteriore del mondo. Montato sulle Triumph e BSA per decenni. Un po' di nero sui carter motore e tanta vernice sui parafanghi e serbatoio con un po' di righe bianche che Steve Mc Queen avrebbe amato. Noi speriamo vi piaccia. La motocicletta è stata realizzata dalla concessionaria Numero Tre Milano in un unico esemplare così tanto per giocare".



2006 Triumph Scrambler 2006 Triumph Scrambler
2002 - Due pubblicità Triumph con la Scrambler di Carlo Talamo


Anteprima ad Hinckley - 19/09/2005

Le prime foto della nuova Scrambler risalgono al 19 settembre del 2005 quando la nuova moto fu esposta ad Hinckley in occasione del meeting con i concessionari... il giorno dopo alcune foto erano già disponibili nel web:


2006 Triumph Scrambler

2006 Triumph Scrambler
19 settembre 2005: la Scrambler esposta ad Hinckley in occasione del meeting con i concessionari



Il Salone di Parigi - 09/10/2005

Il debutto della nuova Scrambler avviene in occasione del salone motociclistico di Parigi del 9 Ottobre 2005 assieme alla nuova Daytona 675 e alla Rocket Classic.



2005 Salona Parigi Triumph Scrambler presentazione
30-09-2005 - Salone di Parigi - Presentazione mondiale della Scrambler (foto di raptorsandrockets.com)


2005 Salona Parigi Triumph Scrambler presentazione
30-09-2005 - Salone di Parigi - Presentazione mondiale della Scrambler (foto di motorbike.cz)


2005 Salona Parigi Triumph Scrambler presentazione
30-09-2005 - Salone di Parigi - Presentazione mondiale della Scrambler (foto di pbase-com)



Il Salone di Milano - EICMA - 15/11/2005

Il pubblico italiano ha occasione di ammirare la nuova fuoristrada retrò all'EICMA 2005, il salone di Milano, dove l'importatore italiano presenta la Scrambler nella versione bicolore Caspian Blu/White completa di accessori originali.


2006 Triumph Scrambler 2006 Triumph Scrambler
2005 - La Scrambler al salone EICMA di Milano


La Scrambler esposta all'Eicma è dotata di un accessorio originale Triumph particolare: la targa portanumero con il 278, lo stesso numero della Trophy TR6SC che Steve McQueen portò in gara all'ISDT del 1964:



2006 Triumph Scrambler McQueen 1964 ISDT
Steve McQueen in azione al ISDT del 1964: correva con la squadra americana in sella alla TR6SC



Nel numero 37 della rivista Torque si legge: "La nuova Scrambler rappresenterà una fresca rivisitazione di un'altra icona della storia di Triumph. Si tratta infatti di una reinterpretazione in chiave urbana e contemporanea della moto resa famosa da personaggi mitici degli anni '50 come Steve McQueen. Una moto a 360 gradi, ispirata in parte dalla cultura rilassata della California ed in parte dallo stile degli aficionados dello scooter del sud europa. La Scrambler è stata realizzata specificatamente per un pubblico che il mercato non riesce ancora a soddisfare."



2006 Triumph Scrambler

2006 Triumph Scrambler
2005 - Pubblicità Triumph Scrambler (e Thurxton)



2006 INIZIO PRODUZIONE


La Scrambler 900 entra nel mercato con l'inizio del 2006 già dal mese di gennaio. Rispetto alla Bonneville tradizionale la Scrambler adotta un nuovo impianto di scarico alto sul lato destro della motocicletta con il caratteristico incrocio dei collettori, parafanghi accorciati, un faro più piccolo, manubrio e strumentazione dedicati, e gomme semi-tassellate. Il fregio Triumph è fissato al serbatoio con due viti, a testimoniare la volontà di mantenere in vita anche i dettagli più in vista, così come la presenza delle protezioni in gomma, applicate sempre al serbatoio.

Il motore da 865cc, DOCH, 8 valvole, raffreddato ad aria utilizza un manovellismo a 270° per ottimizzare la curva di coppia e la dolcezza dell'erogazione. Alimentato a doppio carburatore da 36mm con sensore di posizione della farfalla,  il bicilindrico eroga 55CV a 7000 giri/min (44 misurati alla ruota da Motociclismo) mentre la coppia massima è di 69Nm a 5000 giri/min. Già dai dati tecnici dichiarati si intuisce che non è una moto dalle prestazioni esaltanti: meno di 50CV alla ruota per 220 kg (misurati) non sono valori record, ma il bicilindrico è molto regolare e spinge discretamente in basso grazie al diverso manovellismo rispetto alla Bonnie classica.

Motociclismo pubblica la prova della Scrambler nel numero di Marzo 2006 segnalando la facilità di guida di questo modello: "Una volta in sella la Scrambler si dimostra subito docile e per niente impegnativa. I 44 CV erogati alla ruota non mettono in crisi nemmeno chi in moto ci sale per la prima volta. Tutto è facile: la frizione stacca in maniera graduale e senza strattoni, il cambio è preciso e morbido e gli innesti sono morbidi. L'erogazione, dolce e priva di buchi, non invita a spalancare il gas; piuttosto si gode la destrezza della Scrambler nel misto, tanto che la guida ne risulta estremamente piacevole."

Qui di seguito riportiamo la pagina con i rilevamenti di quella prova:


2006 Triumph Scrambler
Da Motociclismo Marzo 2006

2006 Triumph Scrambler

2006 Triumph Scrambler

2006 Triumph Scrambler

2006 Triumph Scrambler

2006 Triumph Scrambler

2006 Triumph Scrambler

2006 Triumph Scrambler
2006 - Triumph Scrambler (foto ufficiali)



Come quasi tutte le motociclette della gamma Triumph la nuova Scrambler è ampiamente personalizzabile grazie al catalogo di accessori originali progettati dalla casa inglese: tabella portanumero, sella monoposto con portapacchi cromato, scarico aperto, tappo serbatoio con serratura, contagiri, griglia protezione faro anteriore, ruote tassellate, piastra paramotore, traversino sul manubrio ed altri ancora.

Due le colorazioni previste: Caspian Blu/White e Tornado Red/White. Prezzo di listino in Italia: 8700€.



2006 Triumph Scrambler 2006 Triumph Scrambler 2006 Triumph Scrambler 2006 Triumph Scrambler
2006 Triumph Scrambler 2006 Triumph Scrambler 2006 Triumph Scrambler 2006 Triumph Scrambler
2006 Triumph Scrambler 2006 Triumph Scrambler 2006 Triumph Scrambler 2006 Triumph Scrambler
2006 - Triumph Scrambler Accessori ufficiali


Riporto qui di seguito un articolo pubblicato su Torque 40 scritto da Motociclismo Fuoristrada in cui due tester ripercorrono le strade dove fu disputato l'ISDT del 1964 (quello in cui partecipò Steve McQueen in sella ad una Triumph con il numero 278) in sella alle nuove Scrambler:



2006 Triumph Scrambler 2006 Triumph Scrambler 2006 Triumph Scrambler 2006 Triumph Scrambler 2006 Triumph Scrambler
Da Torque nr. 40 (la rivista ufficiale Triumph)


2006 Triumph Scrambler

2006 Triumph Scrambler
2006 - Pubblicità Triumph Scrambler (e Thurxton)



M Y 2 0 0 7

Il pubblico italiano ha l'occasione di ammirare la Scrambler MY2007 in occasione del salone EICMA 2006:


2007 Triumph Scrambler
2006 - EICMA Triumph Scrambler MY2007 (grazie a Frosty per la foto)


2007 Triumph Scrambler
2006 - EICMA Triumph Scrambler MY2007 (grazie a Frosty per la foto)


2006 Triumph Scrambler
2006 - EICMA Triumph Scrambler MY2006 con scarico ZARD (grazie a Frosty per la foto)


Arrivata al suo secondo anno di vita la Scrambler, il secondo modello Triumph più venduto in Italia (nel 2006 ne furono immatricolati 446 esemplari), viene aggiornata con alcuni ritocchi estetici: motore completamente nero (carter e basamento) e nuova colorazione Roulette Green/Aluminium Silver che si aggiunge ai tradizionali Caspian Blu/White e Tornado Red/White.


2007 Triumph Scrambler

2007 Triumph Scrambler

2007 Triumph Scrambler

2007 Triumph Scrambler
2007 -  Triumph Scrambler MY2007 (basamento e carter motore neri)


2007 Triumph Scrambler  2007 Triumph Scrambler
2007 - Triumph Scrambler



2007 Triumph Scrambler
2007 - Specifica tecnica Triumph Scrambler 2007



Al salone EICMA del 2007 (06-11 Novembre 2007) allo stand Triumph è esposta una versione speciale della Scramber costruita in esemplare unico e battezzata "La grande fuga":

2007 Salone Eicma Triumph Scrambler 2007 Salone Eicma Triumph 2007 Salone Eicma Triumph 2007 Salone Eicma Triumph



M Y 2 0 0 8


Per il 2008 la Scrambler è dotata di motore a iniezione da 865cc per permetterle di aggiornarsi ed essere conforme alle normative sulle emissioni Euro 3. La potenza massima di 56CV viene raggiunta a 6.800 giri, la coppia massima di 69Nm viene erogata a 4.500 giri e viene trasmessa alla ruota posteriore mediante un morbido e preciso cambio a cinque rapporti.

Le due livree esistenti, Roulette Green/Aluminium Silver e Tornado Red/Fusion White, sono affiancate dalla nuova colorazione Tangerine/Aluminium Silver. Nuovo anche il tappo serbatoio. In Italia il prezzo di vendita della nuova versione Euro 3 è di 8.750€.

2008 Triumph Scrambler

2008 Triumph Scrambler
2008 - Triumph Scrambler (nuovo colore 2008 Tangerine/Aluminium Silver)


Cartella Stampa Triumph - Scrambler 900 MY2008

La Scrambler ha portato aria nuova nella gamma Modern Classic, pur avendo radici che affondano nel passato Triumph. Abbinando la cultura della Weast Coast californiana all’eleganza e all’attitudine dell’Europa mediterranea, la Scrambler si propone come la reinterpretazione delle motociclette da fuoristrada rese famose negli anni ‘60 da personaggi carismatici come Steve McQueen, ma la sua indole eclettica è naturalmente inserita nel contesto urbano contemporaneo.

Lo stile autentico della Scrambler è ciò che la rende così unica, senza però perdere di vista la tecnologia e, per il 2008, la motocicletta è dotata di motore a iniezione da 865cc per permetterle di aggiornarsi ed essere conforme alle normative sulle emissioni Euro 3 che entreranno presto in vigore. Il sistema a iniezione è più pulito di quello a carburatore, garantisce un’erogazione più dolce e facilita l’accensione a freddo.

Lo stile rétro rimane inalterato dato che gli iniettori sono stati abilmente nascosti dai corpi farfallati progettati in modo tale da sembrare dei carburatori. La guarnizione del tappo di rifornimento è stata riprogettata rendendo più facile l’apertura dello stesso. La potenza massima di 56CV viene raggiunta a 6.800 giri, la coppia massima di 69Nm viene erogata a 4.500 giri e viene trasmessa alla ruota posteriore mediante un morbido e preciso cambio a cinque rapporti.

Con un telaio che è una robusta culla in tubi di acciaio e agili sospensioni anteriori e posteriori (forcella con steli da 41mm e una coppia di ammortizzatori posteriori cromati, regolabili nel precario) la Scrambler è fatta per garantire comfort e praticità nel tempo, incurante delle sconnessioni della strada. L’ampio e alto manubrio e le pedane rialzate facilitano il controllo e la manovrabilità anche a bassa velocità. Le ruote, a raggi, che misurano 19 x 2,5” (sul davanti) e 17 x 3,5” (sul retro), calzano entrambe gomme leggermente tassellate nelle misure 100/90-19 e 130/80-17. Entrambi i freni montano pinze a doppio pistoncino, quelle anteriori mordono un disco da 310mm, quelle posteriori uno da 255mm.

Pochissime moto possono vantare di essere uniche, ma la Scrambler, grazie al suo stile autentico, è certamente una di queste. La sella piatta, il piccolo faro, il tachimetro tondo, gli scarichi alti con piastra paracalore, fanno la differenza.

Per una moto così individuale è stata progettata una linea completa di accessori originali, in grado di personalizzarne l’aspetto, oltre che la funzionalità. Tra gli altri, una piastra para motore dal look off-road, la griglia per il faro di sapore rètro, tabelle portanumero, contagiri, traversino per il manubrio e sella monoposto con portapacchi.

Per il 2008, alle due livree esistenti, Roulette Green/Aluminium Silver e Tornado Red/Fusion White, è stata aggiunta quella Tangerine/Aluminium Silver. Tutti i tre colori ne sottolineano ed enfatizzano il fascino.

La Scrambler ha un look unico, una personalità e un feeling che sono solo suoi e molti dei motociclisti di oggi lo hanno capito e apprezzato. Unisce uno stile iconico e una funzionalità genuina che ne fanno il mezzo ideale per una Grande Fuga dalla quotidianità.


Con l'introduzione dei nuovi limiti sulle emissioni inquinanti le case motociclistiche devono modificare i loro prodotti per ottenere la certificazione Euro 3: il destino della Scrambler, come delle altre bicilindriche, è segnato. Già a metà del 2007 nei pressi dello stabilimento si intravedono i prototipi delle future bicilindriche dotate di iniezione elettronica e con il 2008 anche la Scrambler abbandona i carburatori a favore dell'iniezione elettronica.

Il nuovo motore a iniezione funziona in modo più pulito di quello a carburatori, l'accensione a freddo è migliorata e l'erogazione è rimasta simile al modello precedente. Lo stile retrò rimane tuttavia inalterato, dato che gli iniettori sono stati abilmente nascosti dai corpi farfallati progettati in modo tale da sembrare dei carburatori!

L’impianto utilizzato per le bicilindriche è fornito dalla Keihin. Nello specifico si tratta del modello 909 EFI, appositamente progettato per le Bonneville, dotato di iniettore posizionato nella parte superiore dove precedentemente era posizionata la membrana a depressione del carburatore. L’afflusso del carburante è garantito dalla nuova pompa, e relativo filtro della benzina, immersa nel serbatoio ora più grande per recuperare la capienza persa. Il nuovo impianto di scarico è dotato di due catalizzatori (uno per cilindro) e di due precatalizzatori. Maggiori informazioni sulla versione ad iniezione del bicilidrico Triumph sono disponibili qui: 2008 Bonneville Iniezione.


2008 Triumph Scrambler
2008  Scrambler


2008 Triumph Scrambler 2008 Triumph Scrambler 2008 Triumph Scrambler
aluminium silver & tangerine fusion white & tornado red roulette green & aluminium silver



M Y 2 0 0 9


Scrambler e Scrambler “Bud Ekins”

In occasione di una manifestazione al Warner Brothers Studios, Triumph presenta una speciale versione della Scrambler 900 dedicata a Bud Ekins celebre pilota, stuntman e concessionario Triumph americano negli anni ’60.  Bud è anche colui che ha fatto la controfigura per il celeberrimo salto nella scena finale de “La grande fuga” con Steve McQueen.

La Scrambler standard non subisce modifiche rispetto al modello 2008 se non per la gamma colori che prevede solo due colorazioni: Jet Black e Matt Khaki Green. Il prezzo di listino sale da 8750€ a 9200€ nel nostro mercato. La specifica tecnica della Scrambler MY2009 la trovate qui.


2009 Triumph Scrambler
2009 Scrambler (Jet Black)


2009 Triumph Scrambler

2009 Triumph Scrambler
2009 Scrambler
dedicata a Bud Ekins (Matt Khaki Green)


In occasione del T-Day 2009 si è disputata la "Scrambler Endurance" una gara di un'ora nella i piloti si sono sfidati sul circuito di Varano con una parte del percorso in fuoristrada. La spettacolare gara è stata vinta dal motociclista che vedete "volare" qui sotto...



2009 La Scrambler in gara al T-Day



M Y 2 0 1 0


Il MY2010 della Scrambler si differisce dal modello precedente per alcuni particolari: disco freno con nuovo disegno e nuova strumentazione. Queste modifiche sono intese a razionalizzare la produzione: i due nuovi componenti sono infatti uguali a quelli montati nella Bonneville SE e T100. Nel caso specifico della strumentazione va segnalato l'abbandono della corda del contachilometri a favore di un contachilometri elettronico. Questa modifica, richiesta in parte dalle future norme di omologazione, permette alla centralina di leggere la velocità del veicolo per eventuali logiche future.

La nuova strumentazione è composta da due orologi affiancati (tachimetro e contagiri): la Scrambler guadagna così il contagiri che prima era disponibile come optional.


2010 Triumph Scrambler

2010 Triumph Scrambler

2010 Triumph Scrambler
2010 Triumph Scrambler


M Y 2 0 1 1


Per il 2011 la Scrambler rimane sostanzialmente invariata (anche nella gamma colori). Invariato anche il prezzo (9.200€).


2011 Triumph Scrambler
2011 Triumph Scrambler (Accessoriata)



M Y 2 0 1 2


Nel mese di maggio 2011, il giorno 5 per la precisione, Triumph presenta una nuova aggressiva colorazione per la Scrambler che verrà commercializzata come Model Year 2012 a partire da luglio 2011: Matt Black, il nero opaco che andrà a sostituire quello ad oggi disponibile. Per il resto la Scrambler, ispirata alle motociclette da regolarità essenziali degli anni Sessanta, rimane invariata rispetto al modello precedente.


2012 Triumph Scrambler
2012 - Triumph Scrambler "Matt Black"


MY2012 - Triumph Scrambler 900 "Matt Black"
MY2012 - Triumph Scrambler 900 "Matt Black"



M Y 2 0 1 3


Il MY2013 della Scrambler è annunciato il 09 agosto 2012 con un comunicato stampa: "La Scrambler verrà proposta nel aggressivo Matt Graphite" colore che va a affiancare il classico Matt Black. Nessuna modifica tecnica di rilievo. Prezzo di listino 9.500€.

La prima immagine ufficiale è inviata alla stampa il 17 agosto 2012 attraverso un secondo comunicato stampa:

2013 Triumph Scrambler
 MY2013 - Scrambler Matt Graphite



M Y 2 0 1 4

Novità per la Scrambler MY 2014, la bicilindrica ispirata alle moto da deserto minimaliste degli anni ’60 che  raccoglie la ricca eredità di Triumph nel mondo delle gare fuoristrada. I Model Year 2014 sono presentati alla stampa il 30 agosto 2013.

Come tutti gli altri modelli della gamma Classics, per il 2014 la Scrambler propone un ritorno all’intramontabile nero per i tubi del circuito di lubrificazione dell’olio, manubrio, mozzi e contorni dei cerchi e coperchio della pompa del freno posteriore. Da segnalare anche le nuova lavorazione sulle alette di raffreddamento della testa del cilindro.

Ulteriori tocchi di stile comprendono una piastra proteggi motore anodizzata in chiaro e il logo Triumph in rilievo sul retro della nuova sella che contribuisce alla posizione rilassata della moto.

Le colorazioni disponibili sono il Matt Pacific Blue e il Lunar Silver / Diablo Red.



2014 Triumph Scrambler

2014 Triumph Scrambler

2014 Triumph Scrambler

2014 Triumph Scrambler




2014 Triumph Scrambler


2014 Triumph Scrambler
 MY2014 - Scrambler Lunar Silver & Diablo Red



2014 Triumph Scrambler

2014 Triumph Scrambler
MY2014 - Scrambler Matt Pacific Blue



2014 Triumph Scrambler 2014 Triumph Scrambler
2014 Triumph Scrambler 2014 Triumph Scrambler
2014 Triumph Scrambler 2014 Triumph Scrambler
2014 Triumph Scrambler 2014 Triumph Scrambler
2014 Triumph Scrambler 2014 Triumph Scrambler
2014 Triumph Scrambler 2014 Triumph Scrambler
2014 Triumph Scrambler 2014 Triumph Scrambler
2014 Triumph Scrambler 2014 Triumph Scrambler
2014 Triumph Scrambler 2014 Triumph Scrambler



M Y 2 0 1 5


La Scrambler MY2015 rimane sostanzialmente invariata rispetto al modello dell'anno precedente se non per la nuova colorazione Diablo Red / Lunar Silver che sostituisce la precedente Lunar Silver / Diablo Red (stessi colori ma invertiti) e si affianca a quelle precedentemente disponibili Matt Pacific Blue e Jet Black.



2014 Triumph Scrambler 900 MY2015

2014 Triumph Scrambler 900 MY2015
Triumph Scrambler 900 MY2015 (Diablo Red / Lunar Silver)



2014 Triumph Scrambler 900 MY2015 2014 Triumph Scrambler 900 MY2015 2014 Triumph Scrambler 900 MY2015 2014 Triumph Scrambler 900 MY2015
2014 Triumph Scrambler 900 MY2015 2014 Triumph Scrambler 900 MY2015 2014 Triumph Scrambler 900 MY2015 2014 Triumph Scrambler 900 MY2015
2014 Triumph Scrambler 900 MY2015 2014 Triumph Scrambler 900 MY2015 2014 Triumph Scrambler 900 MY2015 2014 Triumph Scrambler 900 MY2015
Triumph Scrambler 900 MY2015




HOME PAGE





fedrotriple.it - il sito dedicato alle motociclette Triumph e a Carlo Talamo - Copyright © 2003-2014 by Sandro Zornio
Tutti i diritti riservati -  Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.