fedrotriple.it -  il sito dedicato alle motociclette Triumph e a Carlo Talamo

S T R E E T     T R I P L E     -     M Y 2 0 1 3   -   M Y 2 0 1 5

STREET TRIPLE MY2013 - "WELCOME TO A NEW STREET MOVEMENT"



2013 Triumph Street Triple 675 R
Triumph Street Triple R MY2013



La Street Triple è una delle Triumph più apprezzate dal pubblico ed una fra le naked più efficaci e divertenti da utilizzare sulle strade di tutti i giorni e, con la versione "R", anche in pista. I modelli MY2013 sono presentati il 2 ottobre 2012 in occasione del Salone di Colonia. Si tratta di fatto di due modelli nuovi visto che, trecilindri a parte, cambiano telaio, linea, peso (-6 kg), assetto, tarature delle sospensioni ed altro ancora.









PROGETTO ed ANTICIPAZIONI


La versione 2013 della Street Triple è la naturale evoluzione di un progetto che ha dato grandi soddisfazioni alla casa inglese. Non si tratta quindi di uno stravolgimento del modello ma di una evoluzione volta a migliorare le qualità dell'ottima naked ed allo stesso tempo a ridurne il costo di produzione. Tuttavia la motocicletta è stata modificata in molte componenti a partire dal telaietto posteriore fino alle sovrastrutture. L'inizio del progetto di rinnovamente della Street Triple risale alla fine del 2009 quando la Street era il modello più venduto. La parte più difficile del progetto è stata quella di montare l'ABS e l'immobilizer: non è stato facile trovare il posto per alloggiare i nuovi componenti.


Il meticoloso processo che ha portato alla luce la nuova Street Triple (tratto dalla rivista ufficiale Triumph - Spirits nr.5 - Autunno 2012)

Più divertimento, più agilità e ancora più precisione. Era questa la sfida che il team di progettazione e sviluppo ha dovuto affrontare quando ha ricevuto l’incarico di sostituire la Street Triple e la Street Triple R. All’apparenza una sfida impossibile, dato che i modelli Street continuano tutt’oggi a ottenere elogi da parte di tutta la stampa, ma la nuovissima Street Triple si dimostra all’altezza del compito sotto ogni punto di vista. Per quanto riguarda l’aspetto, ha uno stile audace, determinato, inconfondibilmente Triumph. E per la guida… chiedile ciò che vuoi, e lei ti accontenterà.

La Street Triple originale del 2007 ha avuto un immediato successo di vendita ed è rimasta ai vertici dei grafici delle vendite Triumph fino all’arrivo della Tiger 800 lo scorso anno. È dunque lecito domandarsi da dove abbia iniziato il team di sviluppo e perché, quando alla fine del 2009 ha ricevuto il difficile incarico di aggiornare la Street Triple.

“La Street Triple e la strepitosa sorella sportiva con specifica superiore, la Street Triple R, hanno venduto complessivamente più di 10.000 unità sia nel 2008 che nel 2009, diventando così all’epoca il nostro modello più venduto,” ci racconta Simon Warburton, Product Manager di Triumph. “Ma bisogna voltare pagina e inseguire nuovi traguardi. Non possiamo restare immobili anche se il cambiamento fa paura, perché sappiamo di correre il rischio di sconvolgere il delicato equilibrio che rende così speciale il modello originale.”

La Street Triple è stata sviluppata in parallelo con la motocicletta sportiva simbolo dell’azienda, la Daytona, e di conseguenza ne condivide molti componenti.

“Sin dal primo giorno sapevamo che avremmo realizzato una Daytona naked perciò abbiamo progettato il telaio sportivo e il motore affinché fossero belli da vedere senza carena,” spiega Warburton. “La cosa ha funzionato, ma molti proprietari volevano montare lo scarico 3 in 1 ribassato opzionale, che spostava i terminali sottosella e apportava un notevole miglioramento alla maneggevolezza, quindi lo abbiamo integrato nella nuova motocicletta, e lo stesso abbiamo fatto con l’immobilizer, per una maggiore sicurezza. Tuttavia, a parte queste modifiche che sono tutte dettate da logica e buon senso, è inutile cambiare qualcosa per il solo gusto di farlo. Gran parte del fascino della Street Triple risiede nel suo motore da 106 CV, carismatico e incisivo. Benché abbiamo pensato di modificare le caratteristiche di potenza per la versione 2013 della motocicletta, abbiamo deciso che un incremento della potenza massima ne avrebbe sacrificato in larga parte il fascino.”

Simon ci spiega la tecnologia che si cela dietro le modifiche apportate al telaio, la vera forza trainante grazie alla quale è stato possibile migliorare la maneggevolezza della Street Triple. “Il telaio in alluminio ha un numero inferiore di pezzi di fusione, il che ha semplificato le cose e lo ha reso più leggero di circa 0,5 kg. Tuttavia, la differenza sostanziale è il sottotelaio. Mentre prima era realizzato con tubi, pezzi di fusione e componenti forgiati tutti saldati insieme, ora è composto da due parti realizzate in pressofusione ad alta pressione e fissate insieme. È una soluzione di gran lunga più accurata, per un risultato molto più ordinato che avvolge completamente i componenti e permette al contempo la creazione di forme davvero intricate e belle da vedere. Lo spostamento del silenziatore ha fatto a sua volta un’enorme differenza per quanto riguarda la maneggevolezza: benché anche la geometria sia stata leggermente modificata, togliere quel peso dall’estremità posteriore ha reso tutto più preciso e accurato. In parole semplici, è una motocicletta esaltante e divertente da guidare, che regala una sensazione di massima fiducia e stabilità anche in curva. Curiosamente, la parte più difficile della progettazione è stata forse montare l’ABS e l’immobilizer: la Street Triple è essenziale e minimalista, perciò è stata una bella sfida trovare un posto dove installare le unità di controllo.”

Uno degli ingegneri Triumph addetti allo sviluppo del telaio nonché collaudatore David Lopez ha già macinato migliaia di chilometri sulla Street Triple e sulla Street Triple R 2013. Ci ha spiegato tutto ciò che i motociclisti dovrebbero sapere di questi nuovi modelli.“La Street Triple precedente era di gran lunga la motocicletta più agile della sua categoria, e ora la nuova versione ridefinisce totalmente il concetto di agilità delle naked. È puro divertimento di guida. Con una distribuzione del peso maggiormente spostata in avanti e una geometria di sterzo completamente rinnovata, siamo riusciti ad alleggerire la motocicletta di 6 kg, ne abbiamo migliorato la stabilità e l’abbiamo resa ancora più precisa. Alle basse velocità, la manovrabilità è stata ottimizzata grazie al bloccasterzo più stretto.”
“Tuttavia, non abbiamo volutamente apportato modifiche troppo radicali. Uno dei principali punti di forza della Street Triple è la sua facilità d’uso per ogni tipo di motociclista, dai neofiti ai più esperti. Abbiamo lavorato duramente per mantenere intatta anche nella nuova versione quella sensazione intuitiva e naturale. La ‘R’ è ancora la sorella ultrasportiva della Street, grazie soprattutto alle sospensioni interamente regolabili con specifica superiore, ed è stato fantastico testarla su strade di montagna e circuiti impegnativi.”



Triumph Street Triple MY2013 Triumph Street Triple MY2013 Triumph Street Triple MY2013 Triumph Street Triple MY2013
Triumph Street Triple MY2013 Triumph Street Triple MY2013 Triumph Street Triple MY2013
Triumph Street Triple MY2013 Triumph Street Triple MY2013 Triumph Street Triple MY2013
Alcuni disegni 3D e la maniquette della Street Triple MY2013



Le prime immagini del prototipo, oramai pronto per la produzione, risalgono al novembre del 2011 quando un collaudatore Triumph viene "sorpreso" durante un test in terra spagnola. La testata Infomotori ha pubblicato le seguenti foto il 23 novembre del 2011:





Triumph Street Triple MY2013 Triumph Street Triple MY2013 Triumph Street Triple MY2013
Triumph Street Triple MY2013 Triumph Street Triple MY2013 Triumph Street Triple MY2013
Novembre 2011 - Spy shots della Triumph Street Triple MY2013



Come si può notare dalle fotografie il "prototipo" è in realtà oramai un esemplare di quasi di produzione dove tutta la componentistica, tranne i copri radiatori, è definita (si noti ad esempio lo scarico optional marchiato Arrow).

Qualche mese dopo, il 23 febbraio 2012, nel web sono pubblicate questi scatti che ritraggono un esemplare più vicino alla produzione di serie:




2012 - Triumph Street Triple MY2013 Spy shot 2012 - Triumph Street Triple MY2013 Spy shot 2012 - Triumph Street Triple MY2013 Spy shot 2012 - Triumph Street Triple MY2013 Spy shot
Febbraio 2012 - Spy shots della Triumph Street Triple MY2013





PRESENTAZIONE - 02 OTTOBRE 2012 - SALONE DI COLONIA


Il 2 ottobre, giorno di apertura del Salone di Colonia, alle ore 14:00 Triumph presenta nel proprio stand le Street MY2013:

Triumph Street Triple
Street Triple R MY2013 al salone di Colonia



I tecnici di Hinckley sono intervenuti con l'obiettivo di migliorare le già eccelenti doti dinamiche delle "piccole" naked inglesi. Il cambiamento principale riguarda il telaio che è stato rivisto sia nelle quote che nella costruzione. Il telaio principale a doppio trave in alluminio è completato da un nuovo telaietto pressofuso in due parti: il tutto è ora più leggero grazie ad un minor numero di componenti e all'uso di materiali più leggeri. L’inclinazione del cannotto della Street Triple è ridotta a 24.1° mentre è aumentato l’avancorsa di 0.5mm (96mm). La sorella "R" ha quote leggermente diverse: 23,4° per il cannotto di sterzo, 95,0 mm per l’avancorsa. Grazie anche al nuovo scarico basso in acciaio (al posto dei due precedenti sotto sella) il peso in ordine di marcia scende a 183 kg con un risparmio di ben 6kg rispetto al modello precedente.

Il reparto sospensioni è rivisto nelle tarature pur mantenendo le stesse unità del modello precedente e, finalmente, l'impianto frenante è disponibile nella versione con ABS disinseribile. Il modello R si riconosce subito per telaietto posteriore rosso, come rossi sono anche le filettature dei cerchi ed i convogliatori, dove campeggia il logo “R”. Ricordiamo che la versione "R" si differenzia anche per le sospensioni interamente regolabili (con gli steli neri) e le pinze radiali Nissin.

La strumentazione digitale LCD include cronometro sul giro, indicatore di cambiata programmabile, livello carburante, orologio e indicatore di marcia, contagiri analogico e tachimetro digitale. Il display mostra anche il livello di pressione dei pneumatici anteriore e posteriore anche se i sensori sono montati come optional. L'immobiliser è di serie su tutte le versioni.

Invariato il motore tre cilindri da 675cc, 12 valvole, raffreddato a liquido. In sinergia con il cambio a 6 marce con innesti ravvicinati, l’unità di potenza di 106Cv a 11,850 giri con una coppia massima di 68Nm.

Tre le colorazioni disponibili per la Street Triple 2013: Phantom Black e Crystal White per entrambe le versioni, Caribbean Blue per la Street Triple standard e mentre la Street Triple R è disponibile anche nell'esclusivo Matt Graphite.

I prezzi saranno confermati a fine Ottobre 2012 e le prime moto saranno disponibili presso i concessionari per test ride da Novembre 2012.


2013 Triumph Street Triple 675 R - Official photo

2013 Triumph Street Triple 675 R - Official photo

2013 Triumph Street Triple 675 R - Official photo

2013 Triumph Street Triple 675 R - Official photo

2013 Triumph Street Triple 675 R - Official photo

2013 Triumph Street Triple 675 R - Official photo    2013 Triumph Street Triple 675 R - Official photo

2013 Triumph Street Triple 675 R - Official photo

2013 Triumph Street Triple 675 R - Official photo
Triumph Street Triple R MY2013 - Prime foto ufficiali



2013 Triumph Street Triple 675 - Official photo

2013 Triumph Street Triple 675 - Official photo

2013 Triumph Street Triple 675 - Official photo

2013 Triumph Street Triple 675 - Official photo

2013 Triumph Street Triple 675 - Official photo

2013 Triumph Street Triple 675 - Official photo  2013 Triumph Street Triple 675 - Official photo
Triumph Street Triple MY2013 - Prime foto ufficiali



NEW STREET TRIPLE & STREET TRIPLE R
(CARTELLA STAMPA TRIUMPH ITALIA - Martedì 2 Ottobre 2012)


Presentate a Intermot le nuove e più leggere Street Triple e Street Triple R

• Il nuovo telaio offre maneggevolezza e precisione estreme
• La centralizzazione delle masse è ottimizzata dal nuovo posizionamento dei silenziatori e da un assetto completamente rivisto
• 6 kg di peso in meno rispetto al modello uscente
• Un motore tre cilindri 675cc di carattere: potenza di 106PS e coppia massima di 68Nm
• ABS disinseribile come optional
• Immobiliser standard
• Garanzia standard di 2 anni a chilometraggio illimitato


STREET TRIPLE

Triumph Street Triple è una delle moto di maggior successo degli ultimi anni, che ha raccolto numerosi consensi ed è stata riconosciuta per offrire una dinamica superiore e un’esperienza di guida straordinaria. Alla sua presentazione nel 2007 la Street Triple è riuscita a conquistare il pubblico, grazie al giusto mix tra lo stile e il carattere della Speed Triple e l’agilità della Daytona 675, il tutto presentato a un prezzo veramente competitivo.

Per il 2013 la nuovissima Street Triple è stata completamente ridisegnata per offrire un’esperienza di guida ancora più divertente. Il cambiamento principale riguarda il telaio, totalmente rivisto. La doppia trave in alluminio anteriore incontra il nuovo telaietto posteriore in due parti pressofuso. Ma il nuovo telaio non è solamente robusto e senza compromessi, ma anche tecnologicamente avanzato. Costruito infatti per ottimizzare dinamica, agilità e piacere di guida, anche il design è più leggero, grazie a un minor numero di componenti e saldature.

Punta di diamante del nuovissimo telaio è lo scarico basso in acciaio. Questo non solo conferisce un look più netto e pulito, ma aiuta a riposizionare il baricentro e ridistribuire il peso dello scarico stesso. Il design all’avanguardia e la migliorata centralizzazione delle masse hanno dato l’opportunità agli ingegneri Triumph di ritoccare l’assetto, riducendo l’inclinazione del cannotto a 24.1° e aumentando l’avancorsa di 0.5mm, a 99.6m. Il risultato? Una maneggevolezza dinamica e precisa come un rasoio, con un peso in ordine di marcia di soli 183kg. Un risparmio di ben 6kg rispetto al modello uscente.

A completare la straordinaria maneggevolezza della nuova Street Triple entrano in gioco le sospensioni Kayaba da 41mm a steli rovesciati. Il potere frenante è affidato alla coppia di freni anteriore a doppio disco flottante da 310mm, con pinze flottanti Nissin a due pistoncini. Per una maggiore sicurezza è disponibile la versione con ABS disinseribile, che offre l’assetto ideale per ogni esigenza di guida.

Il cuore pulsante della Street Triple è sempre il suo meraviglioso motore tre cilindri da 675cc, 12 valvole, raffreddato a liquido. In sinergia con il cambio a 6 marce con innesti ravvicinati, l’unità di potenza di 106PS a 11,850rpm offre guidabilità eccezionale, con una coppia massima di 68Nm.

Anche se considerata un’entry level nella categoria delle roadster, la nuova Street Triple vanta una strumentazione standard di alto livello. Standard è l’immobiliser, a cui si può aggiungere come accessorio il Triumph D lock, da riporre sotto la sella. La strumentazione digitale LCD include cronometro sul giro, indicatore di cambiata programmabile, livello carburante, orologio e indicatore di marcia, contagiri analogico e tachimetro digitale. Il display mostra anche il livello di pressione dei pneumatici anteriore e posteriore, dove il sistema di monitoraggio pressione pneumatici è montato come optional.

Tre sono le colorazioni disponibili per la nuova Street Triple per il 2013: Phantom Black, Crystal White e Caribbean Blue.


STREET TRIPLE R

Riconosciuta per la sua maneggevolezza leggera e intuitiva, per il 2013 la Street Triple R sposta tutto più avanti. La forcella anteriore Kayaba da 41mm a steli rovesciati con precarico regolabile, idraulica in compressione e ritorno regolabile offre ai riders più esigenti la libertà di dare il giusto assetto alla propria moto, in ogni situazione. Il mono posteriore, di standard altrettanto elevato, è anch’esso regolabile in precarico, ritorno e compressione. L’ABS disinseribile proposto come optional permette di scegliere tra diversi settaggi e trovare il modo migliore per sfruttare il doppio disco flottante anteriore da 310mm, con pinze radiali Nissin a 4 pistoncini.

La nuova Street Triple R offre diverse possibilità di configurazione, adatte sia per gli amanti della pista sia per gli appassionati della strada, con la garanzia di uno straordinario potere di frenata quando necessario. Un assetto rivisto di 23.4° per il cannotto di sterzo e di 95.0mm per l’avancorsa completa il quadro.

Il modello R sfoggia un telaietto posteriore rosso, come rossi sono anche le filettature dei cerchi e il copri radiatore, dove campeggia il logo “R”.

La nuova Street Triple R è disponibile in tre colorazioni per il 2013: Phantom Black, Crystal White e Matt Graphite.


ACCESSORI E GARANZIA

La gamma di accessori originali Triumph offre un’ampia scelta per personalizzare la propria moto. Cupolino, puntale e guscio coprisella in tinta conferiscono alla moto un aspetto più sportivo e aggressivo, mentre Arrow Special Parts ha sviluppato uno scarico slip-on molto leggero, per migliorare le performance e contenere il peso. Altri accessori interessanti sono gli specchietti da montare alle estremità del manubrio, leve di freno e frizione lavorate con macchina a controllo numerico e un cambio elettronico “plug and play” che può essere installato sulla Street Triple in pochi minuti.

I prezzi saranno confermati a fine Ottobre 2012 e le prime moto saranno disponibili presso i concessionari per test ride da Novembre 2012.

Come tutte le motociclette Triumph, le nuove Street Triple e Street Triple R godono della sicurezza di una garanzia standard di 2 anni a chilometraggio illimitato.




Qui di seguito riportiamo la brochure informativa ufficiale ed alcuni wallpaper:


2013 Triumph Street Triple Depliant Brochure
Triumph Street Triple MY2013 - Brochure Italiano



2013 Triumph Street Triple wallpaper

2013 Triumph Street Triple wallpaper

2013 Triumph Street Triple wallpaper

2013 Triumph Street Triple wallpaper

2013 Triumph Street Triple wallpaper

2013 Triumph Street Triple wallpaper

2013 Triumph Street Triple wallpaper

2013 Triumph Street Triple wallpaper

2013 Triumph Street Triple wallpaper
Triumph Street Triple MY2013 - WALLPAPER




LANCIO STAMPA MONDIALE - 27 OTTOBRE 2012 - ALMERIA (SPAGNA)


Il lancio mondiale della nuova Street Triple è organizzato tra la fine di ottobre e l'inzio di novembre in Spagna ed in particolare nelle zone attorno Almeria. Nei giorni precedenti al test vero e proprio con la presenza della stampa si tengono le consuete sessioni di scatti fotografici che poi andranno a costruire la cartella stampa. Il fotografo scelto dalla casa inglese è l'italiano Alessio Barbanti.

Il primo commento a caldo del tester di Motociclismo è stato “Molto più divertente, il che è tutto dire visto che già la precedente Street Triple R precedente era già una goduria da guidare!”. Qui di seguito invece riportiamo un articolo tratto dal sito Moto.it scritto da Francesco Paolillo che ha partecipato al lancio stampa ad Almeria.




Triumph Street Triple ed R 2013: Qualità e divertimento al top!

(da Moto.it di Francesco Paolillo Ottobre 2012)

La nuova Street Triple 675 si rinnova completamente per il 2013, nuovo look e ciclistica inedita a partire da 8.190 euro. Con 9.190 euro ci si porta a casa la più ricca versione R. Vi raccontiamo come si comportano nella nostra prova.

La nuova Street Triple 675 si rinnova completamente per il 2013, nuovo look e ciclistica inedita a partire da 8.190 euro. Con 9.190 euro ci si porta a casa la più ricca versione R. Con 400 euro in più si può avere l’ABS, che arriverà a dicembre. Da quando è apparsa sul mercato la Triumph Street Triple si è dimostrata una naked dalle qualità e soprattutto dalle prestazioni coinvolgenti. Ogni volta che l’abbiamo guidata, ci ha fornito adrenalina e divertimento a profusione, sia nella versione base che nella configurazione R, allestimento caratterizzato dalla dotazione ciclistica più ricca. Dimensioni e peso ridotto, un motore a tre cilindri con un gran bel tiro ai medi e cattiveria da vendere agli alti, ne hanno fatto un giocattolo da misto stretto, ma anche una cattiva cliente in pista, senza timori reverenziali nei confronti di moto carenate di cilindrata superiore. Gli anni comunque passano anche per le moto di successo come la Street Triple (ne sono stati venduti 50.000 pezzi nell’arco di un lustro), quindi a Hinckley sisono rimboccati le maniche e sugli allori ci hanno messo gli altri a dormire. Come ci spiega Michela Amenduni (Marketing Manager di Triumph Italia) “le migliorie non sono solo a livello estetico, ma anche a livello di sostanza: un contenimento del peso con una riduzione di 6 kg, un nuovo telaio più agile e dinamico e lo scarico ribassato. Questo consente una centralizzazione delle masse e un riposizionamento dei pesi che migliorano la guida della Street”. La nuova Street Triple non è stata stravolta, piuttosto si è evoluta, seguendo precisi dettami tecnici definiti dagli uomini del reparto sviluppo. Meno peso e distribuito meglio, adesso abbiamo una ripartizione posteriore/anteriore di 48% - 52% contro i precedenti 51/49, con una maggior centralizzazione delle masse (il nuovo  terminale di scarico basso che fa risparmiare ben 3.6 kg ne è  la riprova), 6 chili in meno sulla bilancia e un’estetica più fresca e al passo con la concorrenza.

Le moto del test sono accessoriate con il cupolino anteriore, più estetico che funzionale, para motore laterali, indicatori di direzione a LED e copri sella posteriori. L’estetica certamente ci guadagna, il portafogli meno. A farsi prendere la mano, la Street può essere personalizzata profondamente, sia dal lato estetico, che funzionale, la lista degli accessori meno dotato di scarico aperto, è una goduria per le orecchie, anche da freddo, quando il sound che esce dal terminale di scarico è ancora più rauco. Bastano pochi istanti per vedere l’indicatore della temperatura salire di qualche linea, e questo ci permette di schiarire la voce del tricilindrico senza che questo ne possa soffrire. Prende i giri rapidamente questo motore, e come conseguenza ci si trova a gestire accelerazioni e riprese di un certo livello. Agile e guizzante, ma mai nervosa, così appare sin da subito la Street, che rispetto alla versione precedente sembra essere più compassata, ma non per questo meno divertente. Il motore è piacevole nella guida rilassata, grazie a una corposità unita a una regolarità di erogazione davvero ottime tra i 3.000 e i 6.000 giri; passando oltre, diciamo dai 7.500/8.000 giri, si entra in sala giochi! Il suono dell’aspirazione si fa davvero coinvolgente, mentre l’ago del contagiri sale molto rapidamente e l’accensione in sequenza dei led blu sopra al contagiri ci suggerisce che sarebbe meglio cambiare marcia. In questo frangente emergono le buone doti del cambio, rapido e preciso, che se coadiuvato dal quick shifter diventa uno spasso.

Estetica
Questo è un parametro soggettivo, certamente, ma la nuova Street Triple appare decisamente più al passo coi tempi e soprattutto più curata nei particolari.

Lo scarico basso può piacere oppure no, sta di fatto che ai fini della distribuzione dei pesi, questo posizionamento è decisamente ottimale, mentre la linea appare più snella e pulita sia nella vista laterale che nel tre quarti posteriore. Le fiancatine copri radiatore sono più curate, così come l’estetica dei singoli componenti, tra i quali spiccano gli specchi retrovisori. Il tutto appare più ordinato e coerente. Tre le colorazioni disponibili per la base, Phantom Black, Crystal White e Carribean Blue, mentre per la R, che è contraddistinta anche dal telaio verniciato di rosso, così come i fianchetti del radiatore e le strisce sui cerchi, è prevista una esclusiva versione Matt Graphite.

Telaio e sospensioni
Il telaio doppio trave in alluminio della Street Triple è stato completamente  ridisegnato (adesso è formato da 8 pezzi al posto degli 11 precedenti), così come il forcellone doppio braccio in alluminio, che perde alla prova bilancia 0.6 kg. Nuovo anche il telaietto reggisella in alluminio pressofuso. Le sospensioni sono Kayaba a steli rovesciati da 41 mm di diametro (prive di regolazione sulla versione “base”) con escursione utile di 110 mm, mentre il mono,sempre Kayaba, è regolabile unicamente nel precarico molla, e ha una escursione di 125 mm.

Per la versione “R”, sono previsti forcella e mono dedicati, sempre Kayaba, ma in questo caso abbiamo la possibilità di regolare oltre al precarico, anche compressione e ritorno. Le escursioni crescono a 115 mm davanti e 135 mm dietro. Un’altra differenza rispetto alla versione “base” è legata al posizionamento del perno forcellone che nella “R” è stato abbassato di 4 mm, spostamento che porta variazioni anche all’inclinazione del cannotto di sterzo, che passa da 24.1° a 23.4°, così come all’avancorsa, che passa da 99.6 a 95 mm. Migliorato l’angolo di sterzo, che aumenta di un 10%, passando da 28 a 31°, sembra poca roba, ma alla prova dei fatti le differenze si sentono.

Freni
La novità più importante è legata alla possibilità di dotare la Street  Triple di un sistema antibloccaggio ABS messo a punto da Nissin (le moto del test ne erano sprovviste in quanto sarà disponibile solo da metà dicembre), fornitore anche delle pinze freno anteriori a doppio pistoncino e relativa pompa freno da 19 mm sulla R, da 14 mm sulla base. Dischi freno da 310 mm davanti e 220 mm dietro sono forniti da Brembo, così come la pinza freno posteriore (quest’ultima ha permesso un risparmio di peso che sommato a quello garantito dal disco e dal cerchio ha diminuito del 7% le masse non sospese).

Motore
Il tre cilindri non ha ricevuto cure particolari, se non una messa a punto dell’iniezione elettronica, e dei relativi corpi farfallati, che non hanno migliorato potenza e coppia, che rimangono rispettivamente di 106 cv (78 kW) a 11.850 giri e 68 Nm a 9.750 giri, ma hanno portato benefici soprattutto sui consumi. I dati dichiarati parlano di un miglioramento del 30% nel consumo urbano (sceso da 7,1 a 5,5 l/100 km), e a velocità costante di 90 km/h del 12% (da 4,6 a 4,1 l/100 km). Il cambio è stato modificato nella rapporta tura della prima, ora più lunga, e si è cercata una migliore fluidità nel passaggio tra la prima e la seconda marcia.

Strumentazione 
La strumentazione è sempre mista analogico/digitale, e si può considerare completa. Contachilometri parziali e totale, livello e  consumo medio del carburante, cronometro, orologio, temperatura motore, indicatore marcia inserita, con la chicca degli indicatori pressione pneumatici (optional).

La nostra prova
La cavalcata sulle strade che circondano la città di Almeria in Andalusia, la faremo in sella a delle Street Triple R, più o meno accessoriate, alcune infatti montano tra le altre cose gli scarichi Arrow e il cambio elettronico, mentre le versioni ABS arriveranno sul mercato a breve. Tutto ciò che di buono ha seminato la vecchia Street, la versione 2013 la raccoglie e ne fa tesoro. Quindi abbiamo una posizione in sella che mette a proprio agio il guidatore (il passeggero è meglio che se ne stia a casa o che si prenda un taxi), grazie a un ampio manubrio, pedane che non costringono  le gambe a posizioni yoga e una sella che seppur non particolarmente imbottita, ha una conformazione decisamente comoda. Sotto quest’ultima può trovare posto un pratico e utile lucchettone a U, mentre al posto del classico sacchettino in plastica per gli attrezzi, troviamo cacciavite e chiavi varie (non molte per la verità) direttamente incastrate nella plastica che funge da chiusura inferiore del codino.

Precisa in inserimento, con un motore che sin dai medi ti tira fuori dalle curve come una fionda, la Street Triple è davvero appagante da guidare, e molto ben equilibrata.  Le condizioni meteo non proprio favorevoli, nuvolo al mattino, pioggia debole al pomeriggio, con temperature che variavano dagli 8 ai 14°, ci hanno permesso di saggiarne le qualità anche in condizioni di aderenza non ottimali, e ne è emerso un comportamento dinamico molto sicuro. Anche le Pirelli Diablo Rosso Corsa di primo equipaggiamento ci hanno messo del loro, ma che la Street  possa contare su un abbinamento motore/ciclistica ottimale, è fuori di dubbio. I freni, privi di ABS si sono dimostrati perfettamente modulabili, oltre che estremamente potenti, almeno per l’utilizzo stradale, mentre le sospensioni garantiscono un confort più che discreto, senza per questo scendere a compromessi con la guida sportiva. Forcella e mono non entrano mai in crisi, anche quando il ritmo diventa serrato, e la loro capacità di smorzare le sconnessioni e eventuali “eccessi” nella guida, è davvero apprezzabile.

Nel quadro generale il tre cilindri, oltre a garantire prestazioni degne di nota, si dimostra anche un ottimo compagno di viaggio, vibrando poco e solo ai regimi medio alti. In autostrada più che le scarse vibrazioni del tre cilindri, il fastidio arriva dalla quantità di aria che investe chi guida, siamo pur sempre in sella a una naked, e anche nel caso in cui si monti il cupolino optional, i 130 km/h sono il limite oltre il quale il confort inizia a decadere vistosamente.



2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
Triumph Street Triple MY2013 - Lancio Stampa Mondiale presso Almeria (Spagna)


2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch
2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch 2012 Triumph Street Triple MY2013 World Press Launch



Qui di seguito il file consegnato alla stampa durante il "World Press Launch":




M Y 2 0 1 4


La Triumph Street Triple ha ridefinito la classe delle naked di media cilindrata sin dal suo debutto nel 2007, e da allora è diventata il nuovo punto di riferimento per l’intero settore. Interamente rivisitata per il 2013, continua a offrire un comportamento dinamico leader di categoria e un’inconfondibile esperienza di guida.

Il cuore della Street Triple è il caratteristico motore a tre cilindri e 12 valve da 675 cc di Triumph, in grado di erogare 106 CV di potenza. La curva di coppia è incredibilmente lineare, con picco a 68 Nm, per una guida e un’accelerazione intuitive e fluide. In combinazione con il cambio a sei rapporti ravvicinati, il motore assicura un’esperienza di guida emozionante e divertente, ideale per piloti di ogni età e grado di esperienza.

L’unica novità per il 2014 è la nuova colorazione Cosmic Green per la Street Triple “standard” che si aggiunge ai colori già disponibili: Crystal White, Phantom Black e Caribbean Blue. I Model Year 2014 sono presentati alla stampa il 26 luglio 2013.

La Street Triple R è invece disponibile nelle colorazioni Phantom Black, Crystal White e Matt Graphite


2014 Triumph Street Triple MY2014

2014 Triumph Street Triple MY2014
2014 - Triumph Street Triple Caribbean Blue

2014 Triumph Street Triple MY2014
2014 - Triumph Street Triple Cosmic Green (nuova colorazione)



2014 Triumph Street Triple R MY2014

2014 Triumph Street Triple R MY2014
2014 - Triumph Street Triple R Matt Graphite



M Y 2 0 1 5

Alla Street Triple e Striple R è affiancata la nuova Street Triple RX Special Edition (vedi sotto).

La Street Triple e la Street Triple R MY2105 si differenziano dai precedenti MY2014 per i nuovi loghi e per le nuove decalcomanie (torna il classico logo Triumph sul serbatoio). Da segnalare inoltre il nuovo colore Diablo Red per la Street Triple, che si affianca ai precedenti Chrystal White e Phantom Black, e la nuova colorazione Matt Phantom Black per la Street Triple R. 

2014 Triumph Street Triple MY 2015
2014 - Triumph Street Triple MY2015 Chrystal White


2014 Triumph Street Triple MY 2015
2014 - Triumph Street Triple MY2015 Diablo Red (nuova colorazione)




2014 Triumph Street Triple R MY 2015

2014 Triumph Street Triple R MY 2015
2014 - Triumph Street Triple R MY2015 Matt Phantom Black (nuova colorazione)



2014 Triumph Street Triple MY 2015 2014 Triumph Street Triple MY 2015 2014 Triumph Street Triple MY 2015 2014 Triumph Street Triple MY 2015
2014 Triumph Street Triple MY 2015 2014 Triumph Street Triple MY 2015 2014 Triumph Street Triple MY 2015 2014 Triumph Street Triple MY 2015
2014 Triumph Street Triple MY 2015 2014 Triumph Street Triple MY 2015 2014 Triumph Street Triple MY 2015 2014 Triumph Street Triple MY 2015
2014 Triumph Street Triple MY 2015 2014 Triumph Street Triple MY 2015 2014 Triumph Street Triple MY 2015 2014 Triumph Street Triple MY 2015
2014 Triumph Street Triple MY 2015 2014 Triumph Street Triple MY 2015 2014 Triumph Street Triple MY 2015 2014 Triumph Street Triple MY 2015
2014 - Triumph Street Triple MY2015



2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015
2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015
2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015
2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015
2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015
2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015
2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015 2014 Triumph Street Triple R MY 2015
2014 - Triumph Street Triple R MY2015


Nuova Street Triple RX Special Edition

Il 30 settembre 2014, in occasione del 50° salone motociclistico Intermot di Colonia, la casa di Hinckley presenta la nuova Street Triple Rx. Il claim che Triumph ha riportato sulla cartella stampa per questa evoluzione della Street Triple è “Una strepitosa moto stradale con l’animo di una sportiva”. La nuova Street Triple Rx trae ispirazione dalla stupenda supersport Daytona 675R, vincitrice del TT e della 200 Miglia di Daytona.


2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx

2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx

2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx

2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx

2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx

2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx
2014 - Street Triple Rx MY2015



Rispetto alla Street Triple R da cui deriva, la Rx si caratterizza principalmente dal nuovo profilo posteriore più netto e compatto, dalla nuova colorazione Aluminium Silver e dai nuovi elementi grafici. La nuova versione prende in prestito l’unità sella direttamente dalla Daytona. La finitura dettagli in Diablo Red dei cerchi è rigorosamente eseguita a mano. Di serie anche coprisella, puntale sottocarena e cupolino.

La Street Triple Rx monta l’inconfondibile motore a tre cilindri e 12 valvole da 675cc di Triumph, derivato dalla sportiva Triumph Daytona 675, e accuratamente messo a punto per erogare ben 106CV di potenza e 68 Nm di coppia. Il cambio a sei rapporti ravvicinati è asservito dal Quickshifter Triumph.

Il telaio è caratterizzato dalla struttura a doppia trave in alluminio costituita da otto pezzi e del telaietto posteriore pressofuso composto da due pezzi. All’anteriore troviamo forcelle rovesciate KYB da 41mm con precarico e smorzamento in estensione e compressione interamente regolabili.

La frenata è gestita dai doppi dischi flottanti da 310mm e da un evoluto sistema ABS di serie, che può essere disinserito all’occorrenza. Lo scarico basso in acciaio inossidabile contribuisce alla riduzione di peso.

La strumentazione digitale LCD include cronometro tempi parziali, spie cambio marcia  programmabili, indicatore livello carburante, orologio, indicatore di marcia, contagiri di facile lettura e tachimetro digitale. E mostra anche il livello di pressione degli pneumatici anteriore e posteriore, se montato il sistema TPMS (Tyre Pressure Monitoring System) di Triumph, disponibile come optional.

La nuova Street Triple Rx è disponibile nelle concessionarie nel mese di gennaio 2015 al prezzo di 10.300€.



2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx

2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx 2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx 2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx
2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx 2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx 2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx
2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx 2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx 2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx
2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx 2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx 2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx
2014 - Street Triple Rx MY2015



2014 MY2015 Triumph Street Triple Rx
2014 - Street Triple Rx MY2015 - Video (172 Mb)



HOME PAGE





fedrotriple.it - il sito dedicato alle motociclette Triumph e a Carlo Talamo - Copyright © 2003-2014 by Sandro Zornio
Tutti i diritti riservati -  Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.