fedrotriple.it -  il sito dedicato alle motociclette Triumph e a Carlo Talamo

T R O P H Y     1 2 0 0     ( M Y 2 0 1 3 - 2 0 1 5 )



Ritorna la Trophy 1200!

Sono passati quasi 10 anni da quando l'ultima Trophy 1200 è uscita di produzione. La Trophy 1200 è stata la prima motocicletta costruita dalla casa inglese nel 1991 ed è rimasta in produzione fino al 2004 (pur se sottoposta ad un grosso restyling nel 1996). Per maggiori informazioni sulla versione a quattrocilindri del 1991 visitate la pagina della Trophy 1200 MY1991.

Con la nuova Trophy 1200, mossa dal nuovissimo trecilindri utilizzato anche dalla Explorer, la casa inglese ritorna nella categoria delle Granturismo con un mezzo pieno zeppo di tecnologia in grado di sfidare l'agguerrita concorrenza, BMW compresa.



Ottobre 2010 - Primo avvistamento

La prima foto del prototipo quasi definitivo della nuova motocicletta è pubblicata nel web nel mese di ottobre del 2010. E' difficile capire che si tratta di una Triumph: nessun logo né sulla motocicletta né sul collaudatore. Rispetto alla motocicletta definitiva si possono notare la diversa carenatura e le prese d'aria.



Ottobre 2010: Prima foto della Trophy 1200 apparsa sul web (nessun marchio e pilota "anonimo")




Novembre 2010 - Secondo avvistamento

MCN ha pubblicato il 17 ottobre 2010 alcune foto di prototipo della nuova Trophy 1200. Come si può notare dalle foto la moto non è ancora definitiva  ma le linee del progetto sono chiare: grande confort, trasmissione a cardano ed ovviamente un nuovo tre cilindri da 1200cc. Si nota la fanaleria posteriore non definitiva così come il manubrio, il cruscotto, carena e gli specchietti.







Novembre 2010: La Trophy 1200 è oramai quasi pronta per la produzione



Scrive MCN: "Queste sono le immagini della nuova Triumph più significativa a partire dal lancio della Daytona 675 nel 2006. La Trophy tourer che vedete qui è tutta nuova, ha la trasmissione finale a cardano, ed è la prima moto di una nuova generazione di Triumph di grossa cilindrata.

Se i collaudatori hanno avuto cura di eliminare tutti i loghi dalla moto - anche dalle pinze freno - siamo certi che si tratta sicuramente di una Triumph. Oltre al pilota che indossa una tuta chiaramente identificabile, abbiamo conferma anche dalla targa registrata a nome Triumph. Un tecnico inglese conferma che il motore non ha niente in comune con l'attuale 1050cc della Sprint/Speed ma si tratta di un'unità completamente nuova disegnata partendo da un foglio bianco. La nuova unità sarà utilizzata anche per la futura Tiger 1200, la concorrente della BMW GS 1200."


Curiosamente le stesse foto sono pubblicate pochi giorni dopo dal sito "Motor Cyclist"... Siamo quindi certi che si tratti di uno scoop? O si tratta di immagini "ufficiali" lasciate appositamente trapelare per tastare il polso al pubblico?







Novembre 2010: La Trophy 1200 è oramai quasi pronta per la produzione



Anche il sito motorradonline.de pubblica il 9 dicembre 2012 la stessa serie di immagini. Eccone alcune "inedite":

2010 Triumph Trophy 1200 new three 2010 Triumph Trophy 1200 new three 2010 Triumph Trophy 1200 new three
2010 Triumph Trophy 1200 new three 2010 Triumph Trophy 1200 new three 2010 Triumph Trophy 1200 new three
Novembre 2010: La Trophy 1200 è oramai quasi pronta per la produzione (da motorradonline.de)



Febbraio 2012 - Terzo avvistamento


Nonostante la motocicletta sembri oramai pronta per andare in produzione già alla fine del 2010, la Trophy non viene annunciata alla stampa nemmeno nel corso del 2011 probabilmente per dare precedenza alla presentazione di altri modelli ed in particolare alla Tiger Explorer 1200 presentata a novembre 2011 in occasione dell'EICMA.

Alla fine di febbraio 2012 in rete sono pubblicate alcune foto della Trophy 1200 oramai definitiva. Rispetto alle immagini precedenti si nota una diversa forma delle prese d'aria della carena laterale, piccole modifiche agli indicatori di direzione anteriori, rifiniture lucido/opaco diverse ed altri piccoli dettagli.


2012 Triumph Trophy 1200 trecilindri

2012 Triumph Trophy 1200 trecilindri

2012 Triumph Trophy 1200 trecilindri
Febbraio 2012: La Trophy 1200 probabilmente nella veste definitiva






22 giugno 2012 - Presentazione statica - Tridays 2012


2013 Triumph Trophy 1200

2013 Triumph Trophy 1200

2013 Triumph Trophy 1200
Giugno 2012 -  Prime foto ufficiali della Trophy 1200



La nuova Trophy è presentata alla stampa il 22 giugno 2012 in occasione del Tridays 2012, il grande raduno Triumph che si tiene ogni anno nel piccolo paese di Neukirchen in Austria. Dopo la presentazione statica dedicata alla stampa del primo pomeriggio, due esemplari della nuova Trophy 1200 sono esposti in paese dove i molti motociclistici, arrivati da tutta Europa, hanno avuto modo di vederli dal vivo.


Triumph Trophy 1200 Triday Austria presentazione statica

Triumph Trophy 1200 Triday Austria presentazione statica

Triumph Trophy 1200 Triday Austria presentazione statica

Triumph Trophy 1200 Triday Austria presentazione statica

Triumph Trophy 1200 Triday Austria presentazione statica
Giugno 2012 - Simon Warburton presenta la nuova Trophy 1200 alla stampa inviatata in Austria (foto Motociclismo.it)



Con l'occasione la casa inglese rilascia le prime fotografie ufficiali e le specifiche tecniche delle motociclette. Due sono infatti le versioni presentate: la Trophy e la Trophy SE dotata di sospensioni regolabili elettronicamente e di un sofisticato sistema audio di serie. Dalla recente Tiger Explorer la Trophy eredita l'ottimo tre cilindri 1215cc (compresa la gestione elettronica dotata di ride-by-wire) e la trasmissione a cardano. Per la prima volta una Triumph è dotata di sospensioni regolabili elettronicamente e impianto audio dotato di tecnologia Bluetooth con compatibilità iPod: da qui il claim "Feel connected".

La Trophy offre il parabrezza regolabile elettricamente con funzione di memoria (quando si riaccende la moto si ricorda l’ultima posizione utilizzata), doppia presa 12V, un punto di montaggio dedicato per il navigatore satellitare, manopole e sella riscaldate e fari regolabili elettronicamente. Maggiori dettagli tecnici disponibili nella Specifica Tecnica riportata dopo la galleria fotografica.

La nuova Trophy sarà disponibile nei concessionari prima della fine dell'anno nelle due le colorazioni disponibili: Pacific Blue e Lunar Silver.



2013 Triumph Trophy 1200 2013 Triumph Trophy 1200
2013 Triumph Trophy 1200 2013 Triumph Trophy 1200
2013 Triumph Trophy 1200 2013 Triumph Trophy 1200
2013 Triumph Trophy 1200 2013 Triumph Trophy 1200
2013 Triumph Trophy 1200 2013 Triumph Trophy 1200
2013 Triumph Trophy 1200 2013 Triumph Trophy 1200
Giugno 2012 -  Prime foto ufficiali della Trophy 1200



2012 Triumph Trophy 1200 Specifiche Tecniche 2012 Triumph Trophy 1200 Specifiche Tecniche 2012 Triumph Trophy 1200 Specifiche Tecniche
2012 Triumph Trophy 1200 Specifiche Tecniche 2012 Triumph Trophy 1200 Specifiche Tecniche 2012 Triumph Trophy 1200 Specifiche Tecniche
Giugno 2012 - Specifiche Tecniche Tropy 1200




22 giugno 2012 - Lancio Mondiale - Scozia 2012

Il lancio stampa mondiale è organizzato in Scozia presso il Fairmont Hotel a St Andrews (un centinaio di chilometri a nord di Edinburgo) durante la prima settimana di settembre 2012 (dal 3 al 7).



Triumph Trophy 1200 World Press Launch

Triumph Trophy 1200 World Press Launch

Triumph Trophy 1200 World Press Launch   Triumph Trophy 1200 World Press Launch

Triumph Trophy 1200 World Press Launch

Triumph Trophy 1200 World Press Launch

Triumph Trophy 1200 World Press Launch

Triumph Trophy 1200 World Press Launch
Settembre 2012 - Il lancio stampa mondiale si è tenuto in Scozia.



Riporto qui di seguito le slide proiettate alla stampa mondiale assieme ad uno dei primi articoli apparsi nella rete in cui trovate le prime impressioni di guida della Trophy e, di seguito, la cartella stampa ufficiale (in italiano).



Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides
Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides Triumph Trophy 1200 World Press Launch Slides



TRIUMPH TROPHY 1200 e SE - PRIME IMPRESSIONI DA MOTO.IT

Stiamo provando in Scozia la nuova Trophy, con lei la Triumph torna protagonista del segmento GT.  Merito di una guida facile e di un "triple" (ci riferiamo ovviamente al suo motore tre cilindri) esagerato. Le due versioni, standard e SE (dotata tra le altre cose delle sospensioni regolabili elettronicamente), costano rispettivamente 17.999 euro e 19.900 euro. Prima di lasciarvi alla prova completa, che troverete su Moto.it nei prossimi giorni, vi sveliamo alcuni numeri della nuova regina del turismo made in UK, che vanta un peso a secco di 239 kg e una potenza massima di 134 cavalli. Valori che ne fanno un punto di riferimento nel segmento delle maxi GT. Dopo averla a lungo guidata sulle splendide strade della Scozia possiamo solo anticiparvi che non soffre di alcun complesso di inferiorità nei confronti della concorrenza. Anzi, le frecce del suo arco possono fare molto male, anche dalle parti di Monaco di Baviera.

Di lei ci parla l'ingegnere David Lopez, che è anche uno dei responsabili dei collaudi su strada e in pista di tutti i nuovi modelli di Hinckley (e vanta prestigiosi trascorsi sportivi nei campionati Supersport e Superbike).

David, come mai Triumph ha deciso di riproporre la Trophy dopo dieci anni di assenza dal mercato?
"Come sai bene, il nome Trophy è legato al nuovo corso della Triumph. E' stato infatti il primo modello introdotto negli  anni '90, nella nostra nuova era. Sino a oggi non avevamo altre risorse per sviluppare la nuova Trophy, eravamo  concentrati su altre moto. Appena abbiamo avuto il tempo di sviluppare questo concetto di moto, l'abbiamo fatto. E'  questo che ci chiedeva il mercato".

Cosa la differenzia maggiormente dalla concorrenza?
"Sicuramente il motore tre cilindri, che regala una coppia regolare e possente su un ampio range di giri. E' il cuore della Trophy. Ma anche il telaio è importante. Come hai visto è divertente, eccitante e si guida con molta facilità".

Il telaio è inedito?
"Certo. E' nuovo, in alluminio e pesa solo 11 kg, un record per la categoria".


Torna la Triumph Trophy 1200
Dopo quasi una decade di assenza, ecco dunque ricomparire una Trophy nella gamma della Casa britannica. Per inciso, si tratta del terzo modello completamente nuovo presentato nell’arco di 18 mesi, quindi non si può certo dire che anche ad Hinckley, crisi o non crisi, se ne stiano con le mani in mano. Anzi, considerano il 2012 un anno di crescita.

...

La prima Trophy del nuovo corso Triumph – classificata come granturismo, ma in realtà più vicina all’idea di sport-tourer - esordì all’Ifma di Colonia del settembre 1990 assieme ad altri cinque nuovi modelli, declinata in due versioni esteticamente gemelle, ovvero una 900 a tre cilindri, e una 1200 quadricilindrica da 125 cv: la prima della storia Triumph. Solo quattro anni dopo, il nome Trophy andava a contraddistinguere una bella e confortevole granturistica equipaggiata di tutto punto, che rimase in catalogo fino al 2003, sempre con doppia motorizzazione: 900 (885 cc effettivi) e 1200 (1.180 cc) rispettivamente da 100 e 110 cv circa.

La Trophy oggi
La nuova Trophy stavolta mantiene l’identità di quella che l’ha preceduta, oltre alla cilindrata, inglobando però in un solo modello le peculiarità motoristiche delle due versioni precedenti: ovvero un motore da 1200, ma tricilindrico.  Inutile dire che stiamo parlando della poderosa unità da 1.215 cc, con contralbero antivibrazioni, che ha esordito pochi mesi fa con la Tiger Explorer: le sue generalità parlano di 134 cavalli (98,5 kW) a 8.900 giri e di un valore di coppia massima di 12,2 kgm (120 Nm) a 6.450 giri, valori dunque praticamente sovrapponibili con quelli dichiarati per la  “endurona”.

È dunque più che naturale, a maggior ragione, dato il segmento di appartenenza, che la trasmissione finale sia rimasta  ad albero cardanico, dotato di sistema di smorzamento torsionale affidato ad un ingranaggio ammortizzato; in aggiunta a quest’ultimo, all’interno del cardano è collocato il meccanismo “metalastic”, che previene strappi indesiderati: il tutto, chiaramente, al fine di rendere l’erogazione la più dolce possibile, e di conseguenza altrettanto fluida la guida. Logico pure che l’elettronica sia anche qui gestita dall’acceleratore Ride by Wire, stavolta però abbinato al controllo di trazione e al cruise control, sempre graditissimo dai divoratori di chilomentri.

La nuova Trophy sfoggia anche il parabrezza regolabile elettricamente e le sospensioni a controllo elettronico. Immancabile l’ABS, comunicante tra ruota anteriore e posteriore, e pure il sistema di controllo automatico della pressione degli pneumatici. Una valvola consente inoltre di ripartire la frenata sulla ruota anteriore quando si pigia con forza sul pedale del freno posteriore; con una lieve pressione sul pedale, invece, si aziona solo il disco dietro. Si tratta di un sistema dal funzionamento semplicemente perfetto, specie quando si richiama il freno in curva per correggere la traiettoria, senza per questo voler pinzare anche i dischi anteriori.

La Trophy dei giorni nostri è stata naturalmente sottoposta ad un intenso programma di sviluppo e di test, per ottenere il massimo possibile in termini di comfort e prestazioni globali, ed è dotata di serbatoio da 26 litri. Un grande lavoro è stato svolto sulla protezione aerodinamica e dagli agenti atmosferici. Il parabrezza, regolabile elettronicamente, può alzarsi di 164 mm, ed è dotato di memoria che lo riporta nella posizione desiderata ogni volta che si riavvia la motocicletta. Il comfort di pilota e passeggero viene garantito da una gamma di selle che includono l’opzione riscaldamento. La sella del pilota può essere regolata tra gli 800 e gli 820 mm.

La nuova Trophy sarà disponibile e in versione standard ed SE, entrambe nei colori Pacific Blue o Lunar Silver.

Completano l’equipaggiamento di serie il cavalletto centrale, fari regolabili e sella del pilota regolabili in altezza, il vano con presa ausiliaria a 12 Volt, e l’esclusivo sistema Triumph Dynamic Luggage System (TDLS) con motovaligie basculanti. Sistema già usato sulla Sprint 1050 e sulle Tiger, che aiuta a mantenere bilanciata la motocicletta anche quando le borse sono cariche grazie a un meccanismo che permette loro di seguire al traiettoria della moto oscillando da una parte all’altra sino a cinque gradi. La capacità di carico delle borse laterali è di 31 litri ciascuna.

È inoltre possibile montare il bauletto posteriore denominato “Top and Play”, facile da installare e da rimuovere senza ricorrere all’utilizzo di fili elettrici, e a sua volta corredato da presa ausiliaria a 12 Volt che consente di ricaricare qualunque apparecchio anche quando si è in movimento. La Trophy SE ha un potente impianto audio con tecnologia Bluetooth, presa USB e compatibilità per iPod e MP3. Di serie anche le sospensioni regolabili elettronicamente. Il conducente, grazie ad un solo pulsante, può selezionare tre opzioni, Sport, Normal e Comfort a seconda di come sta viaggiando (solo, solo più bagagli, con passeggero e via dicendo …), tutto tranquillamente controllabile sul display Lcd della strumentazione di bordo. La SE beneficia anche del controllo di pressione degli pneumatici (TPMS); inoltre il passeggero stesso può usufruire di un’ulteriore presa di corrente in caso di necessità.

Gli intervalli di manutenzione della Trophy 1200 scadono ogni 16.000 chilometri, con il tagliando principale fissato a 32.000 chilometri.


Andrea Perfetti




TRIUMPH ENTRA NEL SEGMENTO TOURING CON LA NUOVA TROPHY 1215cc


•    Un potente motore 1215cc da 134 cavalli con 120nm di coppia a soli 6.450 giri
•    Una robusta trasmissione a cardano
•    Un comfort superbo ed un’esperienza di guida unica grazie alla tipica maneggevolezza di tutte le Triumph
•    Dotata di Ride by Wire, la più avanzata tecnologia Triumph che include controllo di trazione, cruise control, sospensioni elettroniche, parabrezza regolabile elettronicamente, sistema audio integrato con funzionalità Bluetooth, ABS comunicante tra ruota anteriore e posteriore, sistema di controllo pressione gomme
•    Il sistema borse laterali Triumph Dynamic Luggage System per garantire la massima stabilità a pieno carico.
•    Intervalli di manutenzione prolungati e garanzia illimitata di due anni.
•    Disponibile da ottobre 2012.

Triumph entra nel segmento Touring grazie al lancio della nuova Trophy a cardano. La Trophy è il terzo modello completamente nuovo ad essere lanciato dal produttore di Hinckley negli ultimi diciotto mesi, confermando così i continui investimenti di Triumph in tecnologia ingegneristica e design. La nuova Trophy è ricca di novità all’avanguardia, molte delle quali fornite di serie.

Il cuore della Trophy è lo stesso potente motore della Explorer, vincitore di diversi riconoscimenti. Con una coppia di 120nm a soli 6.450 giri che lo rende particolarmente elastico, sviluppa 134 cavalli a 8.900 giri. La trasmissione è a cardano. Il motore è dotato di contralbero per ridurre al minimo le vibrazioni.

Un sistema di smorzamento torsionale è utilizzato per trasferire la potenza dal cambio al cardano attraverso un ingranaggio ammortizzato. In aggiunta, all’interno del cardano si trova un meccanismo chiamato “metalastic” che previene strappi indesiderati. Entrambe le caratteristiche permettono di avere una guida fluida, dolce e sempre sotto controllo.

La motocicletta è stata sottoposta ad un intenso programma di sviluppo e di test per permettere agli utilizzatori la migliore esperienza Touring possibile all’insegna del comfort. La tecnologia ride by wire consente un’ottima efficienza del motore, un risparmio in termini di consumi oltre a fornire funzionalità quali il controllo di trazione e il cruiser control. Un grande lavoro è stato svolto sulla protezione aerodinamica e per ciò che riguarda la protezione dagli agenti atmosferici. Il parabrezza regolabile elettronicamente può alzarsi di 16,4 cm. E’ dotato di memoria che lo riporta nella posizione desiderata ogni volta che si riavvia la motocicletta. Il comfort di pilota e passeggero viene garantito da una  gamma di selle che includono l’opzione riscaldamento. La sella del pilota può essere regolata tra gli 800 e gli 820mm.

Sono disponibili due versioni, la Trophy e la Trophy SE, entrambe nei colori Pacific Blue o Lunar Silver. Completano l’equipaggiamento di serie le luci regolabili, il cavalletto centrale, la sella pilota regolabile in altezza, il vano presa ausiliaria da 12v, il serbatoio da 26 litri e l’esclusivo sistema borse Triumph Dynamic Luggage System (TDLS). 

Questo sistema aiuta a mantenere bilanciata la motocicletta anche quando le borse sono cariche grazie ad un meccanismo che permette alle borse stesse di seguire la traiettoria della moto oscillando da una parte all’altra sino a cinque gradi. La capacità di carico delle borse laterali è di 31 litri ciascuna. E’ inoltre possibile aggiungere il bauletto posteriore chiamato “Top and Play” top box. Facile da installare e da rimuovere senza ricorrere all’utilizzo di fili elettrici, è corredato da una presa ausiliaria da 12v che permette di ricaricare telefoni, macchine fotografiche e altre apparecchiature anche quando si è in movimento.

La Trophy SE ha un potente impianto audio con tecnologia Bluetooth, presa USB e compatibilità per iPod e MP3. Di serie sospensioni regolabili elettronicamente. Il conducente, grazie ad un solo pulsante, può selezionare tre opzioni, Sport, Normal e Comfort a seconda di come sta viaggiando (solo, solo più bagagli, con passeggero etc…). Lo schermo LCD permette di avere tutto sotto controllo. La SE beneficia anche del controllo di pressione degli pneumatici (TPMS), un ottimo strumento per aumentare la sicurezza. Infine, il passeggero può usufruire di un’ulteriore presa da 12v in caso di necessità.

La Trophy deve essere sottoposta a controlli solamente ogni 16.000 chilometri, con il tagliando principale fissato a 32.000 chilometri.







Non poteva mancare una serie di accessori originali progettati appositamente per la nuova Trophy 1200:


2012 Triumph Trophy 1200 Accessori 2012 Triumph Trophy 1200 Accessori 2012 Triumph Trophy 1200 Accessori 2012 Triumph Trophy 1200 Accessori
2012 Triumph Trophy 1200 Accessori 2012 Triumph Trophy 1200 Accessori 2012 Triumph Trophy 1200 Accessori




Settembre 2012 - Scarica il video ufficiale del lancio stampa (in formato MOV - 58 sec - 83Mb)



E qui di seguito una carrellata di foto ufficiali ad alta risoluzione:

2013 Triumph Trophy 1200

2013 Triumph Trophy 1200

2013 Triumph Trophy 1200
Settembre 2012 - Disegno 3D del trecilindri 1215cc della Tropy 1200



2013 Triumph Trophy 1200
Settembre 2012 - Tropy 1200: il telaio



2012 Triumph Trophy 1200 Action 2012 Triumph Trophy 1200 Action
2012 Triumph Trophy 1200 Action 2012 Triumph Trophy 1200 Action
2012 Triumph Trophy 1200 Action 2012 Triumph Trophy 1200 Action
2012 Triumph Trophy 1200 Static 2012 Triumph Trophy 1200 Static
2012 Triumph Trophy 1200 Static 2012 Triumph Trophy 1200 Static
2012 Triumph Trophy 1200 Static 2012 Triumph Trophy 1200 Static
2012 Triumph Trophy 1200 Static 2012 Triumph Trophy 1200 Static
2012 Triumph Trophy 1200 Static 2012 Triumph Trophy 1200 Static
2012 Triumph Trophy 1200 Static 2012 Triumph Trophy 1200 details
2012 Triumph Trophy 1200 details 2012 Triumph Trophy 1200 details
2012 Triumph Trophy 1200 details 2012 Triumph Trophy 1200 details
2012 Triumph Trophy 1200 details 2012 Triumph Trophy 1200 details
2012 Triumph Trophy 1200 details 2012 Triumph Trophy 1200 details
2012 Triumph Trophy 1200 details 2012 Triumph Trophy 1200 details
2012 Triumph Trophy 1200 details 2012 Triumph Trophy 1200 details
2012 Triumph Trophy 1200 details 2012 Triumph Trophy 1200 details





M Y 2 0 1 4


Il MY2014 della Trophy - la Triumph più tecnologicamente avanzata di sempre grazie al ride-by-wire, traction control, al cruise control, alle sospensioni elettroniche, al parabrezza regolabile elettricamente, all'impianto audio integrato con Bluetooth, al sistema di frenata integrale con ABS e al sistema TPMS - rimane sostanzialmente invariato rispetto al modello precedente, colorazioni incluse.


2014 Triumph Trophy 1200 SE

2014 Triumph Trophy 1200 SE
2014 - Triumph Trophy 1200



M Y 2 0 1 5


Il MY2015 della Trophy rimane sostanzialmente invariato rispetto al MY2014 se non per la nuova colorazione Phantom Black che sostituice la precedente Lunar Silver.



Triumph Trophy SE 1200 MY2015

Triumph Trophy SE 1200 MY2015

Triumph Trophy SE 1200 MY2015

Triumph Trophy SE 1200 MY2015

Triumph Trophy SE 1200 MY2015 Triumph Trophy SE 1200 MY2015 Triumph Trophy SE 1200 MY2015 Triumph Trophy SE 1200 MY2015
Triumph Trophy SE 1200 MY2015



HOME PAGE





fedrotriple.it - il sito dedicato alle motociclette Triumph e a Carlo Talamo - Copyright © 2003-2014 by Sandro Zornio
Tutti i diritti riservati -  Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.